Vai al contenuto

Il Teatro Ringhiera ai primi di ottobre chiuderà i battenti. Avremmo voluto festeggiare qui, a dicembre, il nostro decennale: quello del teatro e quello della nostra compagnia. Le Nina’s Drag Queens nascono proprio qui, dieci anni fa, in occasione del festival di apertura che Atir dedicò alla città di Milano, e oggi non possiamo non notare la crudele ironia della sorte che vede Milano perdere, dalla lista dei suoi teatri, proprio questo. Abbiamo deciso dunque di rispondere a questa chiusura con un’apertura straordinaria, non sarà il nostro compleanno ma una festa di addio. L'antidoto al male di vivere che meglio conosciamo, ovvero l'arte di trasformare una lacrima in un sorriso, ci aiuta a guardare oltre questa perdita.

Dieci anni sono tanti e non si riassumono facilmente. Dieci anni fa i soci dell'Atir hanno iniziato a trasformare questo spazio da terra di nessuno a terra di tutti e il disagio ha lasciato posto all'incontro creando una comunità, lo hanno fatto passo dopo passo, affrontando difficoltà che avrebbero fatto scappare chiunque. Questo teatro è diventato la casa di molte persone e di molti artisti, dieci anni di attività e i risultati innegabili ottenuti dimostrano come la cultura abbia un potere rigenerante straordinario che nessun altro investimento pubblico possiede: porta vita e socialità là dove c'è sofferenza e paura. Quanto vale tutto questo? Molto, diciamo noi, moltissimo, un vero patrimonio, pubblico, nostro, vostro, di tutti. La fatiscenza dell'edificio rende necessaria una ristrutturazione che nessuno vuole ostacolare, ad oggi ancora non esiste un piano di recupero, un progetto condiviso, tempi certi, destinazioni sicure, alternative temporanee per questo quartiere e i suoi cittadini che ne hanno estremamente bisogno. Perché? Lo chiediamo ai politici, che tante volte hanno apprezzato questo luogo. Non vogliamo credere che “cultura” rimanga una parola da esibire solo in campagna elettorale e "socialità” un lustrino da talk show, abbiamo fiducia in voi. Crediamo che le periferie non si migliorino soltanto quando si tocca il fondo. Qui è stato fatto molto per sconfiggere il degrado e dal fondo ci siamo sollevati, perché lasciare cadere tutto un'altra volta?  Noi resisteremo, certo, ma qui a breve qualcosa potrebbe morire, ed è di tutti. Noi oggi abbiamo un diavolo per capello e non c’è lacca che tenga. Noi adesso andiamo, e dove non si sa, ma tu, caro amministratore, che invece resti nel tuo ufficio, non lasciarti indurire il cuore dalle leggi e dai bilanci, dacci un segno d'amore. Noi non capiamo cosa voglia dire "l'errore è stato fatto dieci anni fa, questo luogo non andava riaperto”:  nonostante la miopia di chi decise di fare un bando su questo teatro senza ristrutturarlo, questi dieci anni trascorsi qui sono un valore prezioso. Non vogliamo credere che le migliaia di persone che abitano attorno a questa piana orizzontale valgano meno di quelle che abitano i boschi verticali di questa città. Noi vi esortiamo a splendere, a farci sognare, facciamo il tifo per voi e ci aspettiamo un coup de theatre da applausi, in questa vicenda.

Caro Sindaco, sapessi come è strano sentirsi innamorati a Milano eppure in questo posto impossibile a noi è successo. Sindaco, almeno tu nell'universo, facci fare ancora l'amore da piazzale Abbiategrasso in giù, non vogliamo mica la luna, solo una data di riapertura.

Le Nina's Drag Queens ora escono da qui a testa alta, belle cotonate e dicono “grazie!”.

Grazie Atir, grazie fratelli e sorelle che con la vostra determinazione e il vostro cuore gettato oltre l'ostacolo avete scritto una pagina bellissima di questa città, grazie spettatori che fin dal primo giorno avete incoraggiato i nostri timidi passi tacco 12 lasciandoci capire che avevate bisogno di noi come noi abbiamo bisogno di voi, grazie allievi e allieve dei nostri laboratori, i vostri occhi felici e colanti di mascara sono medicina per i nostri cuori feriti.

Grazie Fabio Chiesa, sorella Domitilla, questa piazza è tua e noi staremo qua a pretendere che ti venga reso il giusto tributo consacrando alla tua arte, al tuo amore per la gente e alla tua imperitura memoria questo luogo di vita.

Il Teatro Ringhiera ai milanesi, lunga vita alle Regine!

Nina’s Drag Queens

Milano, 30 giugno 2017


 

I NOSTRI APPUNTAMENTI
#spettacoli
"DRAGPENNYOPERA" - 5 E 6 LUGLIO, ORE 20.30
Una storia di amore, morte, sesso e soldi. Sullo sfondo, una metropoli mostruosa e corrotta. Lo stile eccentrico delle Nina's Drag Queens si tinge di nero, sotto il segno di un umorismo amaro e politicamente scorretto.
DRAGPENNYOPERA è comicità grottesca e ironia dissacrante, opera pop, cabaret feroce e scintillante
Per maggiori info: http://bit.ly/2spt35H

#eventispeciali
5 LUGLIO DALLE 19 - APERITIVO PIUMATO
6 LUGLIO DALLE 23 - DJ SET SPACCATACCHI
ACQUISTI ONLINE - http://bit.ly/2tsj4Lk
PREZZI
intero: € 18/ ridotto convenzioni: € 15/ ridotto under 26: € 12
ridotto over 65, speciale promo giovani mercoledì e giovedì: € 8,50

NOVITA'
> stampa@casa e salta la fila!
Da quest’anno puoi entrare direttamente in sala senza nemmeno passare dalla biglietteria, solo mostrando il codice ricevuto sul tuo smartphone o la stampa della mail di conferma.
> nessuna maggiorazione di prevendita sul biglietto

BIGLIETTERIA
Aperta dal mercoledì al venerdì dalle 15.30 alle 19.30, negli altri giorni di spettacolo 1h30 prima dell’orario di inizio.
tel. 02.84892195 – prenotazioni@atirteatroringhiera.it

DOVE
ATIR TEATRO RINGHIERA
Piazza Fabio Chiesa / Via Pietro Boifava 17
20142 Milano – tel. 02.87390039
info@atirteatroringhiera.it
www.atirteatroringhiera.it
COME RAGGIUNGERCI
MM2 Abbiategrasso / tram 3, 15 / bus 79
Facilità di parcheggio vicino al teatro

HappyNewNinas11

Happy New Nina’s!

il Capodanno del Teatro Ringhiera
NINA’S RADIO NIGHT
con Alessio Calciolari, Gianluca Di Lauro, Lorenzo Piccolo, Ulisse Romano’
disegno luci Pietro Paroletti
costumi Federica Ponissi, Giada Masi
supervisione artistica Francesco Micheli
assistente alla regia Marta Erica Arosio
TOM TOM TOMBOLA con la straordinaria conduzione di Cristina Bugatty
SERATA SPACCATACCHI djset a cura delle Nina’s
Le Nina’s Drag Queens saranno le fate madrine del tuo anno nuovo! Lasciati traghettare nel 2015 su una nuvola di cipria rosa: passa il capodanno al Teatro Ringhiera, tra spettacoli, balli, ricchi premi e cotillones, boa di struzzo, colpi di testa e colpi di sole! La serata si apre con NINA’S RADIO NIGHT, omaggio nostalgico al mondo della radio. Fra reperti di ogni genere e moderne reinterpretazioni, le Nina’s vi condurranno alla riscoperta del fascino antico dell’immaginazione. A seguire, l’intramontabile TOM TOM TOMBOLA, la tombolata travestita condotta per l’occasione da una madrina d’eccezione: Cristina Bugatty.
In palio gli ambitissimi Drag Kit©, amati da grandi e piccini, con tutto il necessario per creare a casa vostra una Divina che si rispetti! Ma non è finita! Allo scoccare della mezzanotte il palcoscenico diventa una pista da ballo, per scatenarsi tra pop, rock e revival con la SERATA SPACCATACCHI SPECIAL EDITION! Danzerete fino al mattino, accompagnati dalle Dj imparruccate, con incursioni di ospiti a sorpresa!

HAPPY NEW NINA’S 31 dicembre 2014 ore 21:30
tickets 45 € con classic buffet (lenticchie | cotechino | panettone | spumante)
DOVE Atir Teatro Ringhiera, Piazza Fabio Chiesa (via Boifava, 17) – MILANO

BIGLIETTERIA Teatro Ringhiera, telefono 02.84892195 - 02.87390039
mail prenotazioni@atirteatroringhiera.it
www.atirteatroringhiera.it

lunedì e martedì 22 e 23 dicembre 2014 ORE 20:45

Teatro Ringhiera, Piazza Fabio Chiesa (via Boifava, 17) – MILANO

PIUMATE4p

Piumate!
utopia drag in forma di rivista
un progetto delle Nina’s Drag Queens
supervisione artistica Francesco Micheli
con
Gianluca Di Lauro, Sax Nicosia, Stefano Orlandi ed Ulisse Romanò,
la straordinaria partecipazione in video di Alessio Calciolari e Lorenzo Piccolo,
e la partecipazione delle allieve del corso “Pane e Piume”
scene Stefano Zullo con la gentile collaborazione di Edoardo Sanchi
costumi Rosa Mariotti con la gentile collaborazione di Daniela Cernigliaro
luci Giulia Pastore
audio Giuliana Rienzi
aiuto scene e costumi Serena Ferrari e Ilaria Strozzi
Disgustati dagli uomini e dal vivere incivile, Pisètero ed Evèlpide fuggono dalla città e decidono di fondarne un’altra a loro misura, tra le nuvole, a mezza strada tra la gente comune e gli dei. Anche una Drag Queen, si sa, aspira al divino! … ma ha in sé qualcosa di incompleto, duplice, diviso. Abita così una terra indefinibile, è una creatura magica. Ispirandosi liberamente a “Gli Uccelli” di Aristofane, le Nina’s vogliono dire la loro sulla costruzione di un mondo nuovo, sospeso, irriducibile. Tra la bellezza e il disastro, tra il terreno e il celestiale. Un’utopia sempre pericolosamente in bilico, sempre a rischio di una vertiginosa caduta dai tacchi.
Convinte che ai tempi di Aristofane il teatro fosse ancora un luogo gioioso, di confronto aperto, di satira, di festa, le Nina’s tornano al loro genere di origine: la rivista. Come i protagonisti della commedia in fuga dalla logora città di Atene, due attori contemporanei fuggono dallo stantio ambiente della fiction nostrana per cercare ossigeno nell’utopico mondo del teatro drag cercando di farsi accettare dalle “Piumate” compagnia drag capeggiata da Upupa, intenta a mettere in scena l’improbabile musical “Birds!”. L’operazione ha la regia semiocculta di una vera divinità: Prometea, ma non incontra i favori delle divine “maggiori” Zeusa ed Hermessa che non vedono di buon grado l’ascesa di altre “divine” in Terra, e dunque… si apre lo scontro. Che ne sarà dell’utopia delle “Piumate” ?
Tra balli sgangherati e il consueto gusto per la commistione, le Nina’s saliranno sul palco insieme alle allieve del corso “Pane e Piume”, chiamate per l’occasione a interpretare un coro da commedia greca!
BIGLIETTERIA
tickets 15€ / 12€ / 10€ / 7,5 €
Teatro Ringhiera, telefono 02.84892195 - 02.87390039
mail prenotazioni@atirteatroringhiera.it
www.atirteatroringhiera.it

Carissime e carissimi,
MARTEDI 30 SETTEMBRE ORE 20:30 PRESSO IL TEATRO RINGHIERA (Piazza Fabio Chiesa | Via Boifava 17 MILANO) apriamo le porte del nostro workshop per una lezione di prova gratuita. Potete venire a provare una lezione prenotandovi con una mail all'indirizzo info@ninasdragqueens.org
L'inizio del workshop che porterà le Nina's e le loro allieve ad esibirsi nello show "PIUMATE" avrà inizio martedì 14 ottobre.
Vi aspettiamo!!!provalab2014

Le Nina's sono pronte per un nuovo viaggio! La nuova stagione si aprirà alla grande con il nuovissimo progetto di workshop PANE & PIUME che si concluderà con la prima mise en éspace dello studio "Piumate". Un'occasione imperdibile per entrare nel mondo Nina's da protagoniste! Scoprite i dettagli cliccando sull'immagine, vi aspettiamo!
PIUMATE6

Un occasione unica per sperimentare l'esperienza Nina's. Un laboratorio studio per costruire un personaggio drag queen e vivere l'emozione di stare in scena con le Nina's sul palco del Ringhiera per tre serate all'insegna del teatro, del divertimento e del tacco 12!
N3S_fronteN3S_retro

Spanish2013man
Torna un classico tra gli happenings targati Nina’s Drag Queens! Era l’estate del 2008 quando attorno al Festival “Milan Puerta d’Espana” nasceva “Spanish Nostalgia”, il primo incontro tra le Nina’s e Francesco Micheli, un viaggio caliente e ridanciano nella terra dei toreri, lo spettacolo che diede alla luce l’intramontabile coreografia di Pega la Vuelta! Volevano essere andaluse, essere scoperte da Almodovar, ci credevano proprio, ma sono cresciute nei sobborghi meneghini e questo inconfutabile DNA prima o poi le ha tradite! Tutto sommato un dettaglio, le Nina’s conducono una scoppiettante serata all’insegna del flamenco e delle atmosfere gitane inseguendo le divine ispaniche e quelle italiane d’esportazione! Sul palco assieme a loro le allieve del laboratorio delle Nina’s Drag Queens, pronte a dare sfoggio dei loro progressi. Una “fiesta”, già rinverdita nel 2011, che torna ad accendere Piazza Fabio Chiesa e il Teatro Ringhiera.
 
da un’idea di Francesco Micheli
con le Nina’s Drag Queens e le allieve del laboratorio Spanish Nostalgia
luci Giulia Pastore
audio Silvia Laureti

“Basta con i piagnistei. Oggi finalmente Cechov fa ridere.

Un Cechov,certo,come non lo avete mai visto, quasi una scoperta. 

Magnifiche, gustosissime, ciliegie.”

Fausto Malcovati, su Hystrio

giardino

IL GIARDINO DELLE CILIEGIE

Étude pour un vaudeville en travesti plein de paillettes

Regia Francesco Micheli
Con Alessio Calciolari (Anja), Gianluca Di Lauro (Varja), Sax Nicosia (Sarlotta), Stefano Orlandi (Duniasa), Lorenzo Piccolo (Liuba), Ulisse Romanò (Firs)
Luci  Giulia Pastore 
Audio Silvia Laureti
Assistente alla regia  Luisa Costi
Accademia di Belle Arti di Brera,Biennio Specialistico in Scenografia Teatrale e Costume:
Scene Clara Storti, Selena Zanrosso
Costumi Giada Masi

Realizzazione scene e costumi: Omar Abu Fakher, Giulia Bassani, Alice Damiani, Marco Faffini, Du Jiao, Clementina Laura Manzi, Petra Nacmias Indri, Soyoun Park, Giulia Piazza, Elena Rossetti, Riccardo Rossi, Cristina Russo, Giulia Simonetti, Miriam Tritto, Yi Wu, Marianna Zarini, Jessica Zisa, Chiara Barlassina, Alessandra Locatelli, Alice Rossi, Duan YanYan, Mu Xiuja.    
                                   
Una produzione Nina's Drag Queens in collaborazione con Atir Teatro Ringhiera e Accademia di Belle Arti di Brera, Biennio Specialistico in Scenografia Teatrale - Coordinamento Prof.ssa Grazia Manigrasso
 
Si ringraziano i docenti Prof.ssa Francesca Biral, Prof.ssa Paola Giorgi, Prof. Angelo Lodi, Prof.ssa Donatella Mondani, Prof.ssa Maria Antonietta Tovini, Tecnico didattico Beatrice Laurora;
per il supporto nell’elaborazione dei costumi, gli studenti Gerlando Dispenza, Berina Kokona, Eloisa Libutti, Sara Mezzanzanica; gli studenti della BCM per la realizzazione make up Giuseppe Voi, Vanessa Fieramosca, Alessandra Pellaccini, Virginia Guidotti, Alessandro Cocco, Benedetta Locarni;
Silva Tessuti s.r.l. Milano

Il Giardino dei Ciliegi è una terra di confine, un confine spaziotemporale.

Il Giardino dei Ciliegi è crocevia di mondi lontani, irriducibili.

Il Giardino dei Ciliegi è una storia che annoda mille vicende irrilevanti intorno a una piccola grande tragedia familiare.

Il Giardino dei Ciliegi è una sinfonia in cui ritmi, timbri e armonie lontane convivono in un contrappunto sghembo, sincopato.

Il Giardino dei Ciliegi è un testo dove si ride con le lacrime agli occhi.

Il Giardino dei Ciliegi è una drag queen.

I ciliegi sono fantasmi, simulacri di un mondo troppo frettolosamente sepolto perché non torni a farci visita con i propri inquietanti spettri.

Le drag queen sono creature anfibie, icone tra mondi opposti, angeli sgangherati, animali divini, incarnazione contemporanea del mito di Dafne: donne albero che sanguinano e piangono se fai loro del male. Un bosco di fanciulle albero, belle ma legnose, uomini in panni femminili che evocano il bel mondo al tramonto che un tempo affollava quei luoghi.

Vorrei piantare un giardino di ciliegi dove gli alberi hanno radici che sono tacchi a spillo e zatteroni, il tronco è il corpo nodoso di un maschio inguainato in abiti da sera, i rami braccia nerborute malcelate da guanti di raso, le foglie sono unghie laccate come mobili cinesi, i frutti gioielli luccicanti.

Vorrei perdermi in questo giardino nel seguire i richiami di un’infanzia perduta ma non dimenticata.

Vorrei smettere di sentire le voci di un passato tanto bello e ingombrante da soffocarmi come il profumo di un prato in primavera senza che arrivi mai la promessa estate.

Il Giardino dei Ciliegi è tutto questo. E chissà quant’altro.

Francesco Micheli

PRENOTAZIONI: www.atirteatro.it 

Comincerà MARTEDI 23 APRILE anzichè oggi, mercoledì 17 aprile, il nostro LABORATORIO per drag queen e faux queen sul tema della Spagna, che si svolgerà al TEATRO RINGHIERA di MILANO.
Avete ancora una settimana per prenotarvi (prima lezione di prova gratuita)
Scriveteci info(at)ninasdragqueens.org

X