Vai al contenuto

Un draGpello di 16 piccole queen vi attende al Teatro Fontana per farvi volare altissimo Venerdì 28 e sabato 29 maggio ore 21!

LE LACRIME AMARE DI UNA RAGAZZA SPERDUTA

Siete pronte per una nuova avventura?
28 e 29 Giugno, al Teatro Fontana di Milano!

illustrazione e grafica di Giacomo Agnello Modica

Divertimento lo abbiamo, follia pure troppa, paillettes più o meno attaccate tutte.
Che cosa manca?
Ma che sbadate, quasi ce la scordavamo: tanta polvere di fata!
Senza di quella non potremo mai giungere sull'Isola Drag Che Non C'è!

A metà strada tra il capolavoro di James Barrie e "Le lacrime amare di Petra Von Kant" di Fassbinder, il saggio del nuovo corso avanzato delle Nina's Drag Queens sta per svelare i suoi affascinanti misteri!
Tra sentimenti esagerati, avventure sensazionali e situazioni tragicomiche, prenderemo il volo verso un' isola affollatissima, dove ragazze sperdute, pirate uncinate, native ululati e sirene affamate, si contenderanno l'amore di Petra Pan.

Scopriremo insieme alle nostre protagoniste la vera essenza che sta alla base di ogni Drag: il desiderio di essere liber*, di abbinare il Classico col Kitsch e di non sbavare il rossetto dopo un bacio appassionato con l’amante di una sera.

Riuscirà la Coccodrilla a mangiarsi la sua amata Capitana Uncina?
Giglio Zebrato salverà l'isola dalla terribile minaccia che incombe?
Sboccerà l' amore tra la giovane Sandy e la navigata Petra?

Scopriamolo insieme a teatro!

PETRA PAN_le lacrime amare di una ragazza sperduta
saggio del laboratorio Avanzato Nina's
a cura di Donata e Dora

costumi:
La Prada
assistente ai costumi: Chiara Cavazza
si ringrazia: 
Marzia Solinas

venerdì 28 e sabato 29 giugno 2024, h 21
Teatro Fontana, Via Boltraffio 21 Milano
biglietto unico 15 €
biglietto Sorellanza 10 €

ACQUISTA ON LINE

Vai ai Laboratori

Il 6 e 7 maggio torna il nostro tour cittadino MILANO QUEER TOUR all'interno del festival LECITE VISIONI!

Anche per questa edizione del festival Lecite Visioni, diretta da Michele di Giacomo, torna Milano Queer Tour, la nostra passeggiata alla scoperta del lato queer di Milano - ammesso che esista!

Il tour comincerà proprio dal foyer del Teatro Filodrammatici che ospita il festival, per dedicarsi presto al bighellonare insieme tra le strade e le piazze, provando a vederle con altri occhi e raccontando le storie della comunità LGBTQIA+ che nel corso degli anni le hanno attraversate.

ph. Gianfranco Falcone

Camminare dal centro alla "periferia" - anche se ormai anche Porta Venezia non è certo periferia - è un esercizio utile per riflettere su istituzionale e marginale, su luoghi di rappresentanza della città e luoghi oscuri, segreti, che nel tempo hanno accolto sperimentazioni di corpi, identità e sessualità ritenuti non conformi.
Ma niente paura! Con una guida bionda come Donata, tutto questo avviene tra un passo di danza e uno stacco di coscia, tra qualche colpo di testa e molti colpi di tacco...
Vieni a camminare con noi?

durata 110′
punto di ritrovo: portici del Teatro Filodrammatici, h 19.45
punto di chiusura: largo Bellintani (MM1 p.ta Venezia)

il percorso è accessibile anche a persone con disabilità motorie,
purché autonome o accompagnate in caso di necessità


SCOPRI TUTTO SULLO SPETTACOLO!

ACQUISTA ON LINE!

Tre quartieri, quattro laboratori, uno spettacolo itinerante e una balera in piazza, per un progetto che intende stimolare una riflessione sul rapporto tra diversità di genere, ecologia e riqualificazione del territorio.

ecologia drag nei quartieri

"Si sente il bisogno di una propria evoluzione
sganciata dalle regole comuni, da questa falsa personalità
Segnali di vita nei cortili e nelle case all'imbrunire,
le luci fanno ricordare le meccaniche celesti"

Franco Battiato

progetto grafico di Valentina Ferreri

Che cos'hanno in comune un oleandro e una drag queen?
Che cosa significa queer - e perché mai dovrebbe interessarti scoprirlo?
È possibile trasformare la vita di una città piantando dei semi?

Attraverso quattro laboratori, uno spettacolo itinerante e una balera in piazza, il progetto intende stimolare una riflessione sul rapporto tra diversità di genere, ecologia e riqualificazione del territorio.

Il progetto, realizzato in partenariato con Teatro Fontana, si sviluppa in tre quartieri di Milano – Baggio, Chiesa Rossa e Gallaratese – alla ricerca delle Regine di Periferia... siano esse piante o sgargianti drag queen!

LABORATORI
Tutti i laboratori del progetto sono gratuiti, aperti a persone di ogni età, genere e esperienza.
In ogni quartiere, verranno modulati per incontrare le esigenze del territorio.
Si può seguire più di un laboratorio.
Per iscriversi, inviare una mail a teatroscuola@teatrofontana.it


Ecco il dettaglio dei quattro laboratori:

NATURA E TRASFORMAZIONE
laboratorio di pratiche ecologiche a cura di Associazione Argot

Un percorso sviluppato su due moduli che vuole sia osservare che sperimentare nella pratica il potere trasformativo della Natura e le sue interconnessioni con l’esperienza queer.
Il laboratorio metterà a confronto reti ecologiche e tessuti sociali, l’adattamento della natura in contesti apparentemente ostili e il fiorire in contesti di discriminazione. Proporrà pratiche di cura e riappropriazione dello spazio pubblico ma anche del corpo, dell’individuo e della comunità.

due moduli, 15 posti disponibili

CHE COS’E’ QUESTO QUEER?
laboratorio su corpo, genere e identità a cura delle Nina’s Drag Queens

Che cosa significa queer, e perché mi riguarda?
Che relazione c’è fra il queer e la vita nel mio quartiere?

Le persone della comunità LGBTQIA+ spesso non sono a loro agio nelle zone periferiche, apparentemente non preparate a ricevere un’espressione di genere non standardizzata. Ma è davvero così?
Il laboratorio mira a costruire una riflessione che tenga insieme tematiche di genere e qualità di vita nelle città, attraverso gli strumenti del teatro e della partecipazione attiva.

un modulo, 20 posti disponibili


SPAZIO PUBBLICO PLURALE
laboratorio di design partecipato a cura di Polimi Desis Lab

Quante vite diverse, anche non umane, convivono negli spazi di questo quartiere?
Come sarebbero gli spazi pubblici se fossero progettati in maniera collaborativa e tenendo in considerazione necessità e desideri di tutt3?

Il laboratorio intende agire in questa direzione, immaginando e progettando insieme degli elementi per modificare uno spazio del quartiere, abbracciando una varietà di prospettive. Si esplorerà lo scenario urbano camminando nelle scarpe (o zampette) di vari abitanti del quartiere, dando vita ad un viaggio di co-progettazione in cui le visioni uniche di chi partecipa sono fondamentali per il futuro degli spazi pubblici del quartiere.

due moduli, 15 posti disponibili

REGINE DELLA FESTA
laboratorio intensivo di teatro drag a cura delle Nina’s Drag Queens

Diventa Drag in un pomeriggio! Un flash lab per dare un assaggio della poetica Nina’s, creare un momento di divertimento e gioco, e realizzare una performance corale.
Attraverso improvvisazioni, playback e facili coreografie scopriremo la divina che c’è in noi e costruiremo anche un’azione collettiva drag, che verrà presentata la sera stessa del laboratorio per aprire le danze della Balera.

un modulo, 20 posti disponibili

BOTANICA QUEER
In ogni quartiere, si svolgeranno quattro repliche di Botanica Queer, con un percorso rimodulato sul territorio. Sono disponibili 35 posti per ciascuna replica.
Per iscriversi, inviare una mail a teatroscuola@teatrofontana.it

Botanica Queer è uno spettacolo-passeggiata alla scoperta delle aree verdi della città. Fra odi alla fisiologia vegetale, canti per stimolare l’apparato radicale degli alberi, affondi eco-femministi e coreografie collettive, Demetra condurrà le spettatrici di una realtà semplice e scottante: le piante sono queer!

  • ph. Valentina Bianchi

Organismi variopinti, multiformi, dal genere fluido, difficili da inquadrare in poche categorie: le piante sono queer, un inno alla varietà. Conoscerle è uno strumento per cambiare punto di vista, mettere in dubbio certezze, scoprire vie alternative. Un modo per iniziare a mettere in discussione il mito della supremazia dell’uomo sulla Natura.

Scopri di più su Botanica Queer

BALERA
Un momento di festa all’aperto che riunisce idealmente le varie anime del progetto.


Si ballerà con un dj-set a cura delle Nina’s, ma con interventi di ospiti del territorio, e nel corso della festa avrà luogo il flash mob preparato nel corso del pomeriggio con le partecipanti del laboratorio.

Un rituale extra-ordinario, come tutte le attività di Regine di Periferia, che celebra una comunità festante e in armonia con lo spazio pubblico e la natura circostante.

BAGGIO
NATURA E TRASFORMAZIONE (2 moduli)
sabato 11 e sabato 18 maggio, ore 11-13
Equa Cooperativa, Via Dalmine 6, Milano
CHE COS’E’ QUESTO QUEER? (1 modulo)
domenica 26 maggio, ore 15-18,
Padiglione, Via Pistoia 10, Milano
SPAZIO PUBBLICO PLURALE (2 moduli)
martedì 21 maggio e martedì 18 giugno, ore 18.30-20.30
Biblioteca di Baggio, via Pistoia 10, Milano
REGINE DELLA FESTA (1 modulo)
sabato 22 giugno, 15-18
Biblioteca di Baggio, Via Pistoia 10, Milano

BOTANICA QUEER (4 repliche)
giovedì 20 e venerdì 21 giugno, ore 19
sabato 22 e domenica 23 giugno, ore 15.30
Il punto di ritrovo per Botanica Queer sarà segnalato al momento dell’iscrizione
BALERA
sabato 22 giugno, dalle 19
Piazza dei Saperi – Biblioteca di Baggio, via Pistoia 10, Milano

Tutti i laboratori e gli eventi sono gratuiti, previa iscrizione a teatroscuola@teatrofontana.it
Vai al calendario generale


CHIESA ROSSA
NATURA E TRASFORMAZIONE (2 moduli)
domenica 12 e domenica 19 maggio, ore 15-17,
Biblioteca Chiesa Rossa, via Savio 3, Milano
il laboratorio è parte della programmazione di Benvenuta Primavera 2024
CHE COS’E’ QUESTO QUEER? (1 modulo)
sabato 1 giugno, ore 15-18,
Biblioteca Chiesa Rossa, via Savio 3, Milano
SPAZIO PUBBLICO PLURALE (2 moduli)
lunedì 22 aprile e martedì 28 maggio, 18.30-20.30,
Centro Milano Donna, Via Savoia 1, Milano e CED, via Momigliano ang. Via Neera
REGINE DELLA FESTA (1 modulo)
domenica 2 giugno, 15-18
Piazza Fabio Chiesa (la Piana)

BOTANICA QUEER (4 repliche)
sabato 1 e domenica 2 giugno, ore 15.30
lunedì 3 e martedì 4 giugno, ore 19
Il punto di ritrovo per Botanica Queer sarà segnalato al momento dell’iscrizione
BALERA
domenica 2 giugno, dalle 19
nel corso della Festa della Repubblica di Fabio
Piazza Fabio Chiesa (la Piana)

Tutti i laboratori e gli eventi sono gratuiti, previa iscrizione a teatroscuola@teatrofontana.it
Vai al calendario generale


GALLARATESE
NATURA E TRASFORMAZIONE (2 moduli)
sabato 20 e sabato 27 aprile, ore 11-13,
Cascina Cotica, Via Natta 19, 20151, Milano
CHE COS’E’ QUESTO QUEER? (1 modulo)
sabato 25 maggio, ore 14-17
Cascina Cotica, Via Natta 19, Milano
SPAZIO PUBBLICO PLURALE (2 moduli)
lunedì 6 maggio e mercoledì 12 giugno, ore 18.30-20.30
Cascina Cotica, Via Natta 19, Milano
REGINE DELLA FESTA (1 modulo)
venerdì 14 giugno, ore 14-17
Cascina Cotica, Via Natta 19, Milano

BOTANICA QUEER (4 repliche)
giovedì 13 e venerdì 14 giugno, ore 19
sabato 15 e domenica 16 giugno, ore 15.30
Il punto di ritrovo per Botanica Queer sarà segnalato al momento dell’iscrizione

BALERA
venerdì 14 giugno, dalle 21
Cascina Cotica, Via Natta 19, Milano

Tutti i laboratori e gli eventi sono gratuiti, previa iscrizione a teatroscuola@teatrofontana.it
Vai al calendario generale

CREDITI
REGINE DI PERIFERIA
un progetto Nina’s Drag Queens / Aparte
e Elsinor / Teatro Fontana
in collaborazione con Associazione Argot e Polimi Desis Lab

con il sostegno di Fondazione Cariplo nell’ambito del bando Sottocasa
e Sorellanza

con il patrocinio del Municipio 5, Municipio 7, Municipio 8 del Comune di Milano
comune.milano.it/municipio5
comune.milano.it/municipio7
comune.milano.it/municipio8

sviluppato in dialogo con
Biblioteca di Baggio, Equa Cooperativa Sociale, Rete QB, Comunità Progetto
ATIR Teatro Ringhiera, Zero5 Cooperativa Sociale, Progetto Persona, L’Impronta,
Centro Culturale Conca Fallata, Pacta dei Teatri,
Associazione Parco Ticinello, Marco Donadio, Biblioteca Chiesa Rossa
Cascina Cotica, Associazione Spaziotempo,
Cooperativa Antonio Labriola, Milano che non ti aspetti


Torna la nostra amata passeggiata nel verde cittadino, alla scoperta del lato queer della natura. Sabato 13 Aprile, Parco Sempione.

Dall'alto dei suoi tacchi, la nostra Biologa Drag di riferimento è sempre pronta per qualche lezione sul regno vegetale. In Botanica Queer, le piante svelano il loro lato più intrigante e multiforme: organismi variopinti, dal genere fluido, che riflettono la nostra stessa diversità. Conoscerle è uno strumento per allargare lo sguardo, aprirci a nuovi punti di vista sul mondo.

In attesa delle attività di Regine di Periferia, il nuovo progetto delle Nina's che intreccia verde partecipato, queer, e quartieri decentrati della città, ecco una data speciale per immergersi insieme a Demetra nel lato più sorprendente della natura!


Quando? Sabato 13 alle 15:30 e alle 18:00 (2 turni)
Dove: Parco Sempione, davanti al civico numero 4 di via Pagano, ovvero qui
Ritrovo: 20' prima dell'inizio, 15:10 e alle 17:40, per ritirare le cuffie

Lo spettacolo è gratuito ma occorre registrarsi qui

Iniziativa possibile grazie alla collaborazione tra Istituto Oikos e Nina's Drag Queens e al
sostegno di Fondazione Cariplo e dell'Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo.

Le Nina's sono partner associate del progetto Let's Go Beyond Talk: Turn Quickly Into Action! Si è appena svolto a Valencia un secondo meeting... ecco qualche riflessione.

Da Novembre 2023 siamo partner associate del Progetto LGBTQIA!+ - Let's Go Beyond Talk, Turn Quickly Into Action!, che riunisce associazioni di 4 paesi europei che, su vari fronti, lavorano sui temi dell'inclusione sociale e della tutela dei diritti delle persone della comunità LGBTQIA+.

Si è appena conclusa una sessione a Valencia, presso la sede di Lambda.

Per chi si chiedesse cosa avviene agli incontri, diciamo subito che non c’è una risposta semplice, così come non esiste una risposta semplice, univoca, o una formula magica sempre valida quando si toccano tematiche sensibili come queste.

Quelli di questo progetto sono incontri plurali: diversi paesi (Italia, Polonia, Spagna, Paesi Bassi) a diversi gradi di “evoluzione” in merito ai diritti civili e alla rappresentazione delle minoranze; diverse specificità e soggettività; diverse prospettive sul presente e soprattutto sul futuro delle persone che non rientrano e non vogliono rientrare nella fantomatica “norma”, nel binarismo, nella conformità dei corpi. Si discute di privilegio sociale, di percorsi di vita, di costruzione di comunità e di tante cosucce come queste, che costantemente si intersecano e si compongono tra loro.

Questa pluralità è entusiasmante, ma anche faticosa. Durante le discussioni e le attività, ciascun*, oltre a ragionare sui propri desideri, si scontra inevitabilmente con i propri limiti, con piccoli e grandi fraintendimenti e incomprensioni, con gli stereotipi e i pregiudizi in cui la società ci immerge costantemente.

E come costruire allora, ed estendere, uno spazio che accolga veramente, che permetta la coabitazione, uno spazio sicuro? Come trovare legame tra specificità e bisogni differenti, riconoscendoli, rispettandoli e dando loro voce e supporto? Qual è il nostro terreno comune, o per meglio dire, la nostra visione comune, il nostro comune intento?

Ci accomuna il desiderio di esplorare e rinnovare linguaggio, di fare rete sulle buone pratiche già attive e di diffonderle, di immaginarne di nuove, su più livelli (dall’educazione alla politica) mettendo al centro di tutto la persona, con il suo corpo, la sua identità, la sua espressione di genere, i suoi bisogni, la sua unicità.

Non stanchiamoci di questa pluralità, che è ricchezza e bellezza, andiamone a caccia, superiamo la fatica del confronto per incontrare la gioia della condivisione delle esperienze.

Essere tutt* divers* e tutt* pari, respirare insieme.

La seconda sessione a Valencia è stata condotta da Dideas e Metodi, in collaborazione con i partner di progetto Communia, Youth Support Centre, Stichting Art.1 e i partner associati.


Since November 2023 we are associated partners of the LGBTQIA!+ Project - Let's Go Beyond Talk, Turn Quickly Into Action!, which brings together associations from 4 European countries that, on various fronts, work on social inclusion and human rights related to the LGBTQIA+ community.

A session has just ended in Valencia, hosted by Lambda.

For those wondering what happens during these meetings, we have no simple answers, just as there is no simple, unambiguous answer or magic formula that always works when such sensitive issues are touched.

This project lives on plural meetings: different countries (Italy, Poland, Spain, Netherlands) with different degrees of "evolution" regarding civil rights; different specificities and subjectivities; different perspectives on the present and above all on the future of people who do not fit and do not want to fit into the phantom "norm", into binarism, into the conformity of bodies. We talk about social privilege, life paths, community building and many other things, which constantly intersect and combine with each other.

This plurality is exciting, but also hard. During discussions and activities, each person, reasoning about their own desires, inevitably clashes with their own limits, with small and large misunderstandings and lacks of understanding, with the stereotypes and biases in which society constantly immerses us.

How to build then - and extend - a space that truly welcomes, that allows cohabitation, a safe space? How to find a connection between different specificities and different needs, recognizing and respecting them and giving them voice and support?
What is our common ground, or rather, our common vision, our common aim?

What brings us together is the desire to explore and renew language, to network on good european practices and to spread them, to imagine new ones, on multiple levels (from education to politics) putting the person at the center of everything, with their body, their identity, their gender expression, their needs, their uniqueness.

Let's not get tired of this plurality, which is richness and beauty. Let's look for it, let's overcome the labor of comparison to encounter the joy of sharing experiences.

To be all different and all equal, to breathe together.

​The second session in Valencia was conducted by Dideas and Metodi, in collaboration with the project partners Communia, Youth Support Centre, Stichting Art.1 and associated partners.

15 e 16 febbraio h 21. Everest, Spazio alla Cultura, Vimodrone. Siamo quasi pronte a portarvi nel cosmo...

Le partecipanti dell'ultimo Laboratorio Base Nina's, vorticanti e celestiali come non mai, si esibiranno il 15 e 16 febbraio presso Everest - Spazio alla Cultura, a Vimodrone!

Dopo un viaggio nello spazio alla ricerca delle proprie origini - e di parenti extragalattici - sono pronte. Un universo immenso e più, come cantavano loro...

foto Ale Villa

Andate e tornate dai confini dell’Universo, le giovanissime drag hanno scoperto come funziona la vita a qualche milione di colpi di sole da qui e hanno trovato il modo di rendere percorribili distanze che la scienza aveva sempre definito incolmabili.

L’astronomia non è più la stessa grazie a loro: sono terrestri, asteroidi, aliene, nebulose, galassie, lontanissime ma fatte della stessa polvere.

Sono creature molto diverse eppure sorelle, tutte… figlie delle stelle!

FIGLIE DELLE STELLE
saggio del laboratorio base Nina's
a cura di Demetra e Desirée

con: Betty in Sbatty, Indivia, Nanà La Nerk, Fake Tett,
FaNatikah, Fandy Fandy, Fanta Mary,  Fatal Poppy,
Fatima, Fenix, Filadelfia, Floraefauna, Frisella Spacey, 
Pamplona, Susi Tourette, Oxana, Wirginia, Wurstella, Wuacca Porchias

conducono: Demetra e Desirée
costumi: LaPrada

giovedì 15 e venerdì 16 febbraio 2024, h 21
Everest - Spazio alla Cultura
Via Sant’Anna 4 - 20055 Vimodrone (MI)

biglietto intero 15 €
biglietto ridotto (Sorellanza, under 18, over 65, residenti a Vimodrone) 12 €
biglietto convenzionato (associati Comitato Culturale Vimodrone) 10 €

biglietti in vendita direttamente in cassa, previa prenotazione a teatro@industriascenica.com

Vai ai Laboratori

Con l'anno nuovo, si torna a volare! Con un nuovo Laboratorio Avanzato ricco di immaginazione e Polvere di Fata...
SEI PRONTA PER IMPARARE A VOLARE?
Laboratorio avanzato, da FEBBRAIO a GIUGNO 2024,
rivolto a chi abbia partecipato almeno a un corso Nina's

Condotto da Donata
con l'aiuto di Dora
Saggio finale: 28-29 giugno 2024, Teatro Fontana

Una riscrittura in versione Nina's di “Peter Pan - il bambino che non voleva crescere” di James M. Barrie (1904). Una fiaba che è anche un’opera teatrale, rivisitata in mille versioni dal cinema di Hollywood!

Petra Pan è un'opera Glam-Pop, ambientata in un'isola drag: un po’ balera, un po’ villaggio vacanze. Dove si sfideranno: Ragazzine Sperdute, Pirate Uncinate, Indiane Ululanti, Sirene Affamate, tutte follemente innamorate di Petra Pan, da contendersi con la gelosa Campanellino e la dolce Wendy.

Tra sentimenti esagerati, avventure sensazionali e situazioni tragicomiche, andremo a scoprire la vera essenza che sta alla base di ogni Drag: il desiderio di essere liber*, di abbinare il Classico col Kitsch e di non sbavare il rossetto dopo un bacio appassionato con l’amante di una sera.

In questo nuovo percorso di studio, troveremo il tempo per creare la nostra personale Isola Che Non C’è. Combatteremo su passerelle immaginarie e ci scambieremo, in dizione perfetta o in playback perfetto, battute affilate come punte di spade. "Duelli & Duetti" sarà il nostro gioco preferito!

Oltre che a respirare tanta Polvere di Fata che ci renderà sempre allegre, non mancheranno coreografie impeccabili, trucco scintillante e, già che ci siamo, qualche lezione di volo!

Alcuni suggerimenti di film da vedere:
La Febbre del Sabato Sera, Grease e Le lacrime amare di Petra Von Kant.

PETRA PAN
laboratorio avanzato


prima lezione: lunedì 12 gennaio h 20, Teatro Fontana
lunedì e mercoledì dalle 20 alle 23
presso Teatro Fontana e Spazio Oit
calendario completo delle lezioni QUI

costo: 550 €
per la Sorellanza 500 €

per iscriverti scrivici a info@ninasdragqueens.org
entro il 12 gennaio

torna a Laboratori

Finalmente la playlist che sognavi, per lustrare casa a passo di danza!

... e l'intera-pulizia-della-casa va giù!
Ce lo ha insegnato Mary Poppins con il suo riordino coatto,
ce lo ha ricordato Freddie Mercury con il suo aspirapolvere cromato,
lo abbiamo sperimentato da sole: le pulizie si fanno meglio con un po' di accompagnamento musicale.

Tra ritmi implacabili e sogni caraibici, sentendoti un po' Cenerentola in cucina,
un po' Cenerentola al ballo, impugna la ramazza e pompa il volume... e vedrai che alla fine il tuo pavimento sarà Splendido Splendente come quello della Rettore!

Clicca sul pulsante per collegarti alla playlist su Spotify!
Scopri tutta la nostra musica alla pagina Il cielo è sempre più Drag!

Buone Pulizie dalle Nina's!

Quale migliore sala da ballo se non la cucina? Ecco una playlist tutta da sgranocchiare!

Pollo e Champagne!
Rossetto e Cioccolato!
Ma anche Ossobuco e Mina, perché no?

Sa anche tu sei un'amante degli accostamenti audaci, ecco la playlist giusta, golosona!
Abbiamo cucinato per te un irresistibile e gastronomico mix musicale, a base di grandi piatti forti e primizie inaspettate... non resta che mettersi le cuffie e poi ai fornelli!

Clicca sul pulsante per collegarti alla playlist su Spotify!
Scopri tutta la nostra musica alla pagina Il cielo è sempre più Drag!

Buon appetito dalle Nina's!

In collaborazione con Industria Scenica, riparte la formula più amata da grandi e piccin*! Lezione di prova: LUNEDì 30 GENNAIO h 20, SPAZIO EVEREST, Vimodrone
SIETE PRONTE A SCENDERE IN PISTA?
ph. Ale Villa

BALLO BALLO DA CAPOGIRO

Laboratorio trimestrale, da febbraio a aprile 2023
Condotto da Donata e Dora

Lezione di prova: lunedì 30 gennaio, h 20, Everest - Spazio alla Cultura
Saggio finale: 13 e 14 Aprile 2023, Everest - Spazio alla cultura

Quando il liscio diventa uno stile di vita…
Quando la mazurca drag ti prende e no, non ti molla…
Quando alla luce del sole si sostituisce la penombra di una sala da ballo…

È il momento di salire sui tacchi!

Un nuovo gruppo di allieve – come equilibriste su palle a specchi – studieranno la raffinata arte del travestimento, avvolte dalla soffusa atmosfera di una balera di periferia.

Costruiremo un alter-ego Drag, che avrà occasione di sperimentare nuovi e scoordinati balli di gruppo, vorticosi passi a due e conturbanti cha cha cha, ispirandosi a modelli di riferimento importanti quali Ballando Ballando di Ettore Scola e Ballando con le Stelle di Milly Carlucci.

Il laboratorio base delle Nina’s è l’occasione perfetta per avvicinarsi alla nostra poetica, dove anche il disequilibrio e l’imperfezione hanno un valore, dove oltre all’individualità si coltiva la relazione – merce sempre più rara, signora mia.

Per questo percorso, costruito insieme a Industria Scenica che per la prima volta ospita un corso delle Nina's, abbiamo pensato di sfruttare al meglio la storica Balera Everest, per ricreare un luogo fatto di magia, ricordi, divertimento e tanta musica.

Tra improvvisazioni teatrali, coreografie e playback, costruiremo un coro di personagge dotate di sogni, fisicità e articolazioni snodabili, pronte a diventare incontrastate reginette del ballo di primavera.

Il laboratorio prevede un saggio che vedrà in scena le allieve e le stesse Nina’s.
Il laboratorio è aperto a persone di qualsiasi età, formazione e genere.
 

BALLO BALLO DA CAPOGIRO
laboratorio base - trimestrale


lezione di prova: lunedì 30 gennaio h 20, Everest - Spazio alla Cultura
prima lezione: giovedì 9 febbraio h 20
tutti i lunedì (e qualche giovedì) dalle 20 alle 22.30
calendario completo delle lezioni QUI

presso Everest - Spazio alla Cultura
Via Sant’Anna 4 - 20055 Vimodrone (MI)
fermata MM2 verde - Vimodrone
in collaborazione con Industria Scenica

numero massimo di partecipanti: 20
costo: 450 €
per la Sorellanza 400 €

per iscriverti alla lezione di prova del 30 gennaio
compila questo modulo
o scrivi a info@industriascenica.com
la conferma effettiva per l’iscrizione al corso
va data entro il 2 febbraio

torna a Laboratori