Vai al contenuto

ARCHIVIO SPETTACOLI

Tutte le creazioni Nina's al momento non in distribuzione.

Dai primi passi sui tacchi alla festa per il decennale della compagnia nel 2017, ecco qui raccolti gli spettacoli che hanno fatto la storia delle Nina's!

GOD SAVE THE QUEENS
10 ANNI DI NINA’S IN 10 ORE DI DRAG
BASE Milano, via Bergognone 34, 20144 Milano
Sabato 16 dicembre 2017

Il nostro primo decennale!

Per celebrare questo giro di boa (di piume), abbiamo architettato un party da vere Regine: a partire dalle 18, fino alle 4 di notte, si è svolta una vera e propria maratona drag: teatro, performance, musica dal vivo e dj set…
Per raccontare dieci anni di avventure in dieci ore di festa!

In questa notte piumata e scatenata, siamo state accompagnate – oltre che dalla presenza record di 1200 spettatori! – da un piccolo esercito di amici, complici e amanti: anzitutto le nostre allieve drag, e poi Cristina Bugatty 
Nina Madù e le Reliquie Commestibili, Kollettivo Drag King, Life Vest …

Al sempiterno grido di: God save the QueenS!

DRAG POWER!

Teatro Ringhiera, QUEER FESTIVAL, 15 e 16 Aprile 2016

Tempesta di Glitter! Parrucca Esplosiva! Tacco Rotante!

È l’alba di una battaglia epocale … due sistemi di opposti valori tornano a scontrarsi, nella loro sempiterna lotta: il Bene contro il Male, la Luce contro le Tenebre, le Bionde contro le More!

Esasperate dalla deriva irrazionale verso cui tende l’umanità, stremate dalla mancanza di senso della vita metropolitana, o forse solo accecate da un secolare complesso d’inferiorità, le More s’innalzano al rango di Super-Cattive (grazie a vertiginosi tacchi a spillo) e decidono di eliminare dalla faccia della terra le Bionde, causa palese della stupidità del mondo.

Chiamate ad affrontare il proprio infausto destino, le Bionde pensano alla messa in piega, si dedicano allo shopping, si laccano le unghie … in una parola, non capiscono la minaccia, apparentemente confermando il pregiudizio delle rivali.

Trasformazioni, piani malvagi, rapimenti e salvataggi, super forza, super fragilità e musiche anni ’80, fino all’inevitabile battaglia finale per la conquista del mondo. Chi vincerà?

Tra fumetto e rivista, fantasia e sociologia, le Nina’s si immergono in un universo pop ambiguo e schizofrenico, dove la differenza fra buone e cattive è più sottile di uno strato di rimmel.

DRAG POWER!!!
un progetto Nina’s Drag Queens 
con le allieve del corso DragPowerLab
e con Alessio Calciolari, Gianluca Di Lauro, Lorenzo Piccolo
deus ex machina Ulisse Romanò
video Maddalena Oppici
costumi Rosa Mariotti
audio Silvia Laureti
si ringrazia Teatro del Buratto

PIUMATE!
Teatro Ringhiera, 21 e 22 Dicembre 2014

Una città fra le nuvole. È il sogno di Pisètero ed Evèlpide, disgustati dagli uomini, che vogliono fondare una metropoli a metà tra terra e cielo.
Ma anche una Drag Queen, si sa, aspira al divino! E così – liberamente ispirate da Gli Uccelli di Aristofane – vogliamo dire la nostra sulla costruzione di un mondo nuovo, sospeso, irriducibile. Tra la bellezza e il disastro, tra il terreno e il celestiale. Un’utopia sempre pericolosamente in bilico, sempre a rischio di una vertiginosa caduta dai tacchi.

Ai tempi di Aristofane il teatro era un luogo di festa, di confronto aperto, di satira, e sognando possa esserlo ancora torniamo al nostro genere di origine: la rivista. Come i protagonisti della commedia, in fuga dalla logora città di Atene, due mediocri attori contemporanei – i molto virili Franco e Beppe – fuggono dallo stantio ambiente della fiction nostrana e si tuffano nell’utopico mondo del Teatro Drag. I due cercano di infiltrarsi nelle “Piumate”, compagnia capeggiata da Upupa, intenta a mettere in scena l’improbabile musical “Birds!”.

L’operazione ha la regia semi-occulta di una divinità, Prometea, ma non incontra gli olimpici favori di Zeusa ed Hermessa, che non vedono di buon grado l’ascesa di altre “divine”. Lo scontro è inevitabile, e tra balli e battaglie si srotola la trama, a colpi di sfida tra vere divinità e falsi miti. Che ne sarà dell’utopia delle Piumate? E dei poveri Franco e Beppe, ormai trasformati?

PIUMATE!
utopia drag in forma di rivista
un progetto Nina’s Drag Queens
supervisione artistica Francesco Micheli
con Gianluca Di Lauro, Sax Nicosia, Stefano Orlandi ed Ulisse Romanò
in video Alessio Calciolari e Lorenzo Piccolo
e la partecipazione delle allieve del corso Pane e Piume
scene Stefano Zullo con la gentile collaborazione di Edoardo Sanchi
costumi Rosa Mariotti con la gentile collaborazione di Daniela Cernigliaro
luci Alberto
audio Giuliana Rienzi
aiuto scene e costumi Serena Ferrari e Ilaria Strozzi

NATALE DA TRE SOLDI
Studio collettivo delle Nina’s Drag Queens
Teatro Ringhiera, 20,21,22 Dicembre 2013

E se Bertold Brecht avesse guardato il mondo con addosso delle ciglia finte? Che ne sarebbe stato dei mendicanti di Londra se avessero chiesto l’elemosina con parrucche a caschetto fucsia e boa di piume? Che cosa hanno in comune l’Opera da Tre Soldi e il Rocky Horror Picture Show? E infine, che cosa c’entrano renne, biscotti allo zenzero e alberi di Natale con tutto ciò?

Natale da 3 soldi

Le Nina’s si sono poste queste – e molte altre – domande, nel preparare questo studio. Armate di coraggio e di svariati panettoni, tenteranno di avvicinarsi ai personaggi femminili dell’opera più celebre del drammaturgo tedesco. Naturalmente secondo il loro stile, basato sull’accostamento irriverente dei generi teatrali e musicali più disparati. Saranno sostenute nell’impresa da un vero e proprio esercito di drag queen e faux queen: le numerose partecipanti del laboratorio autunnale che confluisce in questo studio. Il tutto avvolto da nuvole di glitter e dalla magica atmosfera del natale, che rende possibile ogni lieto fine…

Quello di Brecht è un mondo dove le regole sono stravolte, reinventate, rovesciate, proprio come avviene nell’universo en travesti. Il varietà, il bizzarro, la comicità eccessiva sono ingredienti fondamentali, uniti però a un umore nero, nerissimo, che sottende tutta la vicenda. È una macchina scenica dichiarata, proprio come è dichiarata la finzione di un uomo vestito da donna. È un cabaret agrodolce, piacevole e spiacevole al tempo stesso. È un teatro in costante disequilibrio. È un teatro drag queen.

Mackie Messer, noto criminale, sarà giustiziato all’alba. Nella notte, le donne della sua vita si presentano al patibolo per dargli l’ultimo saluto. Sono vecchie e nuove conquiste, mogli, traditrici, pericolose nemiche e appassionate amanti. Si contendono il primo posto, il ruolo più importante, con frammenti poetici, liti furibonde, canzoni struggenti. Attraverso il loro punto di vista, sentiremo parlare di un ladro gentiluomo, di come abbia sposato la figlia del re dei mendicanti, i casi che ne sono seguiti, e di come il mondo sia sempre un poco malvagio. Ma siamo a teatro, perciò non disperate: un happy end, qui, non lo si nega a nessuno.

Da questo primo studio ha preso vita – debuttando circa due anni dopo – il nostro spettacolo DragPennyOpera.

NATALE DA TRE SOLDI
con Alessio Calciolari, Alessandro Costagliola,
Gianluca Di Lauro, Lorenzo Piccolo, Ulisse Romanò
e le allieve del laboratorio delle Nina’s Drag Queens
costumi Federica Ponissi e Giada Masi
scenografia Stefano Zullo
luci Sarah Chiarcos
audio Giuliana Rienzi
si ringraziano Davide Garattini, Sandro Avanzo, ALA Milano Onlus

TRA(NS)VIATA

Teatro Ringhiera, Festival FANTASTICO RINGHIERA, 28 Maggio 2011
Teatro Ringhiera, 2,3,4 Marzo 2012 – Teatro Sociale di Como, 9 Marzo 2012

La tragedia di Violetta Valery è la nostra tragedia.
La saga di Lorella Cuccarini è la nostra saga.
Sono dive, come noi, meravigliose e fragili.
Dive arse nel falò delle vanità.
Siamo le loro discendenti, un po’ Violetta un po’ Lorella… Violella!
Ecco a voi la resistibile ascesa e caduta di Violella, l’ultima traviata:
una trans, sviata nel furore degli anni ’80.

La storia la conosciamo tutti. Una ragazza di provincia, attirata dal successo e dal desiderio di trovare l’amore, si addentra nella metropoli e va incontro a una sorte sfortunata.
È una escort, una cortigiana, una ballerina, una soubrette… La storia, resa celebre da Alexandre Dumas prima e da Giuseppe Verdi poi, viene reinventata, riletta, moltiplicata, intersecata con stili e linguaggi eterogenei e irriverenti: Violetta e Lorella, sacro e profano, Lady Gaga e Greta Garbo, dama e velina sono gli ingredienti di un viaggio rocambolesco dalla Parigi della Seconda Repubblica alla Milano da bere.

Così, mentre una conduttrice televisiva sospesa tra il ricordo di vecchie televendite nordestine e un sogno glamour interroga una preparatissima concorrente sui fasti televisivi dei nostri anni Ottanta, un manipolo di ambiziose nuove arrivate nella capitale ci accompagna attraverso la vicenda di Margherita, di Violetta, la Material Girl, la Signora dalle Camelie, lei. La Traviata.
Con ironia, ma anche con il cuore: che sia melodramma o varietà, finzione o verità, niente è impossibile per una Drag Queen.

TRA(NS)VIATA
drammaturgia e regia Francesco Micheli
con Gianluca Di Lauro, Sax Nicosia, Lorenzo Piccolo, Alessio Todeschini
e la giovane Dorella
guest star Cristina Bugatty
costumi Federica Ponissi e Giada Masi
luci Giulia Pastore
suono Mattia Franco

HAPPENING NATALIZI
Teatro Ringhiera, 19 Dicembre 2009

A partire dal 2009 e fino al 2016, abbiamo ogni anno animato il Teatro Ringhiera in occasione delle feste natalizie. Cosa c’è di meglio di una drag sotto l’albero? Interpretando a modo nostro la Natività e sempre in fuga dalle convenzioni, abbiamo creato un nostro rito di festeggiamenti con la Tom Tom Tombola, dove i premi in palio sono numeri musicali e accessori per travestirsi.

Lo show natalizio del 2009 ha segnato l’ingresso in compagnia di Donata, passaggio fondamentale per le Nina’s almeno quanto il celebre passo della renna ideato nella stessa occasione.

DRAGHEDIA
Teatro Ringhiera, Festival COSTITUITEVI, 30 Maggio 2010

Le Nina’s e la Costituzione. Da Olympia De Gouges ai giorni nostri, una storia semiseria di diritti e rivendicazioni.

Insieme alle allieve del corso, abbiamo toccato una cifra record: sul palco eravamo in tutto una trentina di drag. “Costituitevi!” era il nome del festival, e l’abbiamo preso alla lettera: per la prima volta ci siamo interrogate sul senso del nostro gruppo e su che cosa fosse il Teatro Drag.
La risposta la stiamo ancora cercando…

Draghedia segna il nostro primo incontro con Sax Nicosia, noto alle folle come Dee Dee La Cruche, e il debutto di Pietro Paroletti nei panni di Dorothy.

DRAGHEDIA
regia Francesco Micheli
con Alessio Calciolari, Fabio Chiesa, Gianluca Di Lauro, Sax Nicosia, Pietro Paroletti, Lorenzo Piccolo, Ulisse Romanò, Alessio Todeschini
e con le allieve del corso Drag Queen per una notte
costumi Federica Ponissi e Giada Masi
luci Sarah Chiarcos
suono Giuliana Ginger Rienzi

NESSUNO MI PUÒ GIUDICARE
Teatro Ringhiera, Festival MULTIVITAMIN, 26 Giugno 2009

Chi meglio di una drag queen può e deve essere testimone dell’integrazione? Scese dal nostro abituale piedistallo – tacco dodici – siamo scese in strada per mischiarci alla folla, in un percorso di affermazione della nostra identità, della nostra diversità, cavalcando il tema in un improbabile studio da talk show.

Nessuno mi può giudicare segna una tappa molto importante per noi: al nostro fianco sul palco abbiamo avuto le allieve del primissimo laboratorio Nina’s, in quell’occasione frequentato da sole cinque piccole drag e faux queen: Dita, Dodette, Dolly Dolores, Dorella e M.me Devereaux.

NESSUNO MI PUÒ GIUDICARE
regia Francesco Micheli
con Fabio Chiesa, Gianluca Di Lauro, Francesco Micheli, Lorenzo Piccolo, Alessio Todeschini
e con le allieve del corso Drag Queen per una notte
costumi Federica Ponissi
luci e audio Pietro Paroletti

LA FILOSOFIA DEL BOUDOIR
Teatro Ringhiera, Festival APPUNTI IN ROSSO, 15 Gennaio 2009
Teatro Ringhiera, 29 Marzo 2011

Amanti del piacere d’ogni età e d’ogni sesso,
è a voi soli che dedico la mia opera. 
Nutritevi dei suoi principi: essi favoriscono le vostre passioni,
e queste passioni, che i freddi e piatti moralisti vi dipingono come spaventose, altro non sono che i mezzi di cui la natura si serve per condurre l’uomo a realizzare i disegni che il ritmo del cosmo ha su di lui;
non ascoltate dunque che queste passioni deliziose. 
Esse sono il solo strumento che deve portarvi alla felicità.”
Donatien Alphonse François De Sade

Le Nina’s si addentrano nei labirinti del piacere e dell’erotismo, nelle bizantine geometrie del sesso.

Dramma in costume e avventura pop, Marchese de Sade e Sex and the City, donne bigotte e passioni travolgenti: tutto questo è La Filosofia del Boudoir.

drammaturgia e regia Francesco Micheli
con 
Fabio Chiesa, Gianluca De Col, Gianluca Di Lauro, Lanfranco Li Cauli, Lorenzo Piccolo, Alessio Todeschini, Ulisse Romanò
costumi Federica Ponissi e Giada Masi
scene
Pietro Paroletti
suono, luci e video 
Sara Chiarcos, Giuliana Rienzi, Marcello Santeramo

SPANISH NOSTALGHIA
Teatro Ringhiera, Festival MILAN PUERTA D’ESPANA, 13 Luglio 2008
Teatro Ringhiera, 25 Giugno 2011
Teatro Ringhiera, 30 Giugno 2013

Spanish Nostalghia – un piccolo classico tra i nostri happening, più volte ripreso – ha segnato il primo incontro con Francesco Micheli, il regista che negli anni successivi ha firmato gran parte delle nostre serate, nonché Il Giardino delle Ciliegie.

Spanish Nostalghia è un viaggio caliente, appassionato e ironico nella terra dei toreri. Volevamo essere andaluse, volevamo essere scoperte da Almodovar, volevamo sangue e arena, ma venivamo da Vimodrone e Olgiate Molgora, e le nostre origini lombarde hanno finito per tradirci!
Nonostante questi dettagli, non ci facciamo mancare una serata scoppiettante all’insegna del flamenco e delle atmosfere gitane, inseguendo le divine ispaniche e quelle italiane d’esportazione! Fiesta!

Spanish Nostalghia ha segnato l’esordio di molte compagne di avventura della primissima ora: Dayana (Alessio Todeschini), Dliza (Lanfranco Li Cauli) e Dalida (Gianluca De Col).
Infine, è lo spettacolo che diede alla luce l’intramontabile coreografia Pega la Vuelta, nostro inno!

SPANISH NOSTALGHIA
drammaturgia e regia Francesco Micheli
con Fabio Chiesa, Gianluca De Col, Gianluca Di Lauro,
Lanfranco Li Cauli, Alessio Todeschini
costumi Federica Ponissi

INNAMORARSI A MILANO
Teatro Ringhiera, Festival MILANO DI RINGHIERA, 23 Dicembre 2007
Teatro Ringhiera, 7 Novembre 2010

Dove tutto ebbe inizio! Il Teatro Ringhiera era appena stato riaperto dall’Atir, che subito volle inaugurare la stagione con un Festival.
Per animare la serata finale, Fabio Chiesa chiamò a raccolta alcuni colleghi e conoscenti (che non si conoscevano tra loro), proponendo di inventare un’esibizione en travesti. Così nacquero le Nina’s.

Domitilla, Desirée e Dora, benché al mondo da pochi istanti, erano già in fremente attesa di un uomo da conquistare – Demetrio – sullo sfondo di una città nevrotica e vagamente retró.
La loro prima apparizione – venti minuti tutti di un fiato, col rossetto sui denti e le parrucche di tre quarti – fu breve e sgangherata, ma folgorante: fu amore a prima vista.

Il tema di Innamorarsi a Milano fu ripreso ed ampliato nel 2010, segnando l’ingresso in compagnia di Dina.

INNAMORARSI A MILANO
con Fabio Chiesa, Gianluca Di Lauro, Lorenzo Piccolo, Ulisse Romanò
tecnica Alessio Todeschini

X